L’emergenza coronavirus ha fatto dilagare sui social valanghe di fake news. In questo periodo di forti preoccupazioni è ancora più difficile per le persone mantenere la calma e verificare le notizie. Per evitare di cadere nella trappola di chi diffonde cattiva informazione nel pieno della pandemia, è fondamentale approciare le notizie in modo consapevole. A volte bastano un paio di accorgimenti e verifiche per chiarire la situazione.

1) Informarsi su siti affidabili

Siti come la pagina sulla risposta europea al corona virus forniscono informazioni utili e affidabili. Anche google vi può aiutare, cercando semplicemente “coronavirus”apparirà il sistema di allerta che da spiegazioni e propone risorse locali come salute.gov.it.

2) Controllare le fonti

Esistono alcuni siti inaffidabili con nomi falsi che imitano quelli ufficiali, magari discostandosi solo di una lettera. Oltre a questo, bisogna controllare le fonti riportate in fondo all’articolo. In genere queste notizie fasulle contengono url falsi o utilizzati fuori contesto.

3) Approfondire il testo

Non bisogna mai fermarsi a un titolo sensazionalistico o provocatorio. Spesso questi titoli vengono inseriti come “click-bait” solo per attirare qualche persona in più e aumentare le visualizzazioni.

4) Verificare su diversi siti

Al volte anche i giornali importanti sbagliano e riportano una notizia falsa. Per questo è consigliabile controllare su diverse fonti, facendosi un’idea più completa. Se una notizia viene riportata da un solo sito è molto probabile che sia falsa.

5) Controllare la data

Certe notizie datate a volte vengono manipolate e condivise come se fossero d’attulità. Altri siti invece menzionano delle informazioni obsolete spacciandole come attuali, per dare credibilità alla notizia.

6) Guardare il layout del sito

Se un sito ha un impaginazione pessima, è pieno di fastidiosi pop-up o è difficile da leggere, probabilmente non è molto affidabile.

7) Potrebbe essere uno scherzo?

La risposta più semplice è spesso quella più ovvia. Le notizie stravaganti, al limite dell’assurdo sono quasi sempre scherzi o satira, da non prendere sul serio.

8) Non farsi prendere dalle emozioni

Una tecnica spesso utilizzata da chi divulga bufale, è quella di far indignare i lettori. Le persone arrabbiate sono più inclini a condividere la notizia sui social media. Usare il buon senso e ragionare prima di condividere, può evitare che altre persone vengano influenzate a loro volta.

9) Non basarsi sui preconcetti

Le convinzioni personali non devono influenzare il proprio giudizio. È facile credere in quello che vorremmo sentirci dire, ma ciò non significa che sia vero. A volte le proprie convinzioni possono essere ribaltate.

10) Verificare sui siti antibufala

Esistono alcuni siti web che raccolgono le notizie false sia in Italia che all’estero. Su Bufalopedia si trova un elenco con vari portali che si occupano di smascherare le bufale ed i siti non attendibili.