Cos’è Google Lens?

Lens è un’app per smartphone in grado di riconoscere il contenuto raffigurato in una fotografia, e usare queste informazioni per eseguire ricerche online.

L’applicazione sfrutta un algoritmo di machine learning (apprendimento automatico) per cercare la corrispondenza migliore. Questo metodo permette di identificare gli oggetti con una precisione in continuo aumento. Infatti il sistema è migliorato notevolmente negli anni, ed ora è in grado di riconoscere più di un miliardo di prodotti! Più del quadruplo rispetto al lancio!

Inoltre Lens può anche leggere le scritte presenti in una foto. Quindi facendo una foto a qualsiasi scritta è possibile convertire il testo in digitale, come una sorta di copia e incolla. Infine è anche possibile tradurre il testo identificato, una funzione molto utile, ad esempio, quando si viaggia all’estero e si vuole tradurre al volo una scritta presente su qualche cartello o prodotto.

Cosa significa tutto questo per l’e-commerce?

Le fotocamere degli smartphone ormai giocano un ruolo fondamentale sia nelle nostre vite private che sui social media.
Che sia la foto di un animale, un codice a barre o addirittura un monumento, Lens è in grado di convertirla in una ricerca online.

Ad esempio, mettiamo caso che un cliente scatti una foto ad un vestito presente nella vetrina di un negozio, potrebbe usare Google Lens per scoprire non solo la marca del vestito, ma anche dov’è stato fabbricato ed altre informazioni utili! Questo metodo per scoprire prodotti da acquistare è molto immediato e intuitivo, non è improbabile quindi immaginare un futuro non troppo lontano, nella quale questo metodo per fare shopping diventi sempre più popolare.

La funzionalità non è limitata a riconoscere solo prodotti specifici. Si può puntare la fotocamera verso arredamenti come divani e lampade per trovare elementi dal design simile, insieme ad informazioni utili su tali prodotti.

Che vantaggio possono trarne le aziende?

I marchi che vogliono apparire nei risultati di ricerca, sono soggetti alle classiche regole di indicizzazione SEO.
Se un utente usa la funzionalità per cercare prodotti simili tra loro, si troverà davanti proposte diverse da vari venditori. Quindi il contenuto scritto e le descrizioni prodotto, sono il vero valore aggiunto, che aiuta il prodotto a spiccare rispetto agli altri visivamente simili.

Per ora questa tecnologia è ancora alle sue prime fasi, ma le ricerche internet globali ormai sono effettuate da dispositivi mobile in più del 50% dei casi. Questo dato, unito all’enfasi recente di Google sull’indicizzazione mobile, aiuterà questa nuova tecnologia di ricerca visuale a crescere sempre di più.

Recentemente Google ha integrato Lens in diverse app come Foto, Assistant, e Now. Anche grazie a queste integrazioni, poco alla volta il pubblico sta crescendo, facendo crescere a loro volta le opportunità per gli e-commerce, che dovrebbero tenere un occhio aperto verso questo mercato, ottimizzando al meglio i loro prodotti per il traffico mobile.