Nel mondo moderno le notizie si diffondono molto rapidamente. Avere un’informazione di qualità, non alterata da fake news o articoli sensazionalistici, è di importanza fondamentale per far fronte alle emergenze, come ad esempio il Coronavirus in questo periodo.
Su Google vengono effettuate più di 5 miliardi di ricerche al giorno, esso ricopre quindi un ruolo fondamentale nella circolazione di notizie in tutto il mondo. Per questo nel 2017 è nato il sistema di Avvisi SOS Google, con l’obiettivo di comunicare informazioni utili da fonti autorevoli durante le emergenze.

Come funzionano gli Avvisi SOS

Gli Avvisi SOS hanno lo scopo di rendere facilmente accessibili le informazioni di emergenza durante una calamità naturale o una crisi. Essi includono contenuti utili da fonti autorevoli raccolti dal web, dai social media e dai prodotti Google. A seconda dell’emergenza e del luogo, vengono mostrate informazioni trasmesse dalle autorità competenti a livello locale, nazionale o internazionale. Questi avvisi possono contenere numeri di telefono d’emergenza, siti web, mappe, traduzioni di frasi utili, informazioni per effettuare donazioni e altro.

I casi in cui Google mostra un Avviso SOS

Google valuta una serie di fattori, come la connettività internet disponibile nella località interessata, l’impatto sul territorio e la disponibilità di contenuti ufficiali di autorità competenti. Solitamente gli avvisi sono disponibili nelle lingue principali della zona interessata e in inglese.
Google ha dichiarato di non essere ancora in grado di garantire la pubblicazione di un Avviso SOS ogni volta che si verifica una situazione di emergenza grave, ma sta lavorando per aumentarne la disponibilità in futuro.

Come si visualizzano

Cercando parole o frasi chiave riguardo l’emergenza da zone in cui sussite il problema, si visualizzerà il banner e le relative informazioni. Chi ha installato la versione più recente dell’app Google sul proprio smartphone, ed ha la geolocalizzazione attivata, potrebbe ricevere una notifica sulla schermata home del dispositivo.
Le persone lontane dal luogo interessato, non riceveranno alcuna notifica ma potranno comunque trovare gli Avvisi SOS cercando informazioni pertinenti. In questo caso l’avviso invece che mostrare numeri di telefono, potrebbe mostrare un link per inviare una donazione alle persone in difficoltà.

Google Crisis Response

Oltre al servizio di avvisi, Google ha un intero team specializzato che aiuta a diffondere informazioni. Inoltre aiuta anche le organizzazioni che si occupano delle persone in stato di emergenza.
Sono a disposizione molti strumenti per rispondere alle crisi tra cui: Google Person Finder e Google Crisis Map.