Comunicare sui Social: C’è fermento ci mostra come ottenere risultati

Se si pensa a un luogo in cui puoi trovare il maggior numero di persone possibile, cosa ti viene in mente? Noi diremmo i Social Network! Oggi analizziamo la comunicazione di C'è fermento, un lavoro che ci ha donato tante soddisfazioni con ottimi risultati in termini, e diciamo che... ci ha anche dissetatti parecchio!


Prima però.. parliamo di mezzi di comunicazione!

Ogni mezzo di comunicazioni ha le sue caratteristiche, potenzialità e difetti che determinano l'adozione di strategie ad hoc per poter raggiungere risultati di successo.
E' quindi necessario, sia selezionare in modo accurato il mezzo con cui veicolare la propria comunicazione, che adeguare i messaggi che si vogliono trasmettere alle "regole" del mezzo di comunicazione che si vuole adottare.
"The Medium is the Message" (il Media è il messaggio) questo concetto espresso da McLuhan, uno dei principali teorici della comunicazione e autore dell'omonimo testo, racconta bene l'importanza dei mezzi con cui si sceglie di comunicare.
Secondo la teoria di McLuhan, i mezzi di comunicazione non sono neutrali, bensì risultano in grado di condizionare la ricezione e la comprensione dei messaggi, a prescindere dal loro contenuto. Questa affermazione determina un grande potere dei Media, che però non bisogna dimenticare che essi non nascono a prescindere dagli individui, ma sono il frutto di uno sviluppo strettamente correlato alle esigenze degli individui in un certo periodo storico.
E se guardiamo a come sono strutturati i Social Network possiamo facilmente correlare le loro dinamiche alle esigenze umane del nostro secolo: velocità, immediatezza, connessioni semplici, e una quantità infinita di informazioni con cui abbiamo a che fare tutto il giorno.
Sicuramente i Social Network sono strumenti versatili, altamente personalizzabili, che molto spesso vengono utilizzati come mezzo di intrattenimento e informazione. Se utilizzati bene possono risultare uno strumento di lavoro molto efficace se si adotta la giusta strategia.


C'è fermento: case study

Per chi non lo conoscesse, C'è fermento è l'evento nato nel 2010 da un'iniziativa della Fondazione Amleto Bertoni in collaborazione con Slowfood, che ha l'obiettivo di offrire uno spaccato della migliore produzione birraria artigianale italiana al pubblico, attraverso degustazioni, incontri con i mastri birrai e laboratori del gusto.
A seguito delle restrizioni degli scorsi anni dovuti alla Pandemia, l'evento è tornato a pieno regime quest'anno, e si è svolto come da tradizione nel Cortile de Il Quartiere (l'ormai ex Caserma in piazza Montebello 1) a Saluzzo.
L'evento si è tenuto dal 16 al 19 Giugno e ha ospitato 20 birrifici con 120 birre alla spina, 11 cucine streetfood selezionate dalla Condotta Slowfood del Marchesato di Saluzzo e provenienti da 7 regioni diverse, 1 Terres Beer
Il nostro team di Domestictree, in particolare Riccardo e Anna, si sono occupati di curare la comunicazione social dell'evento. Un piano editoriale studiato ad hoc per riuscire a raggiungere il pubblico sui social. Vediamo insieme i risultati ottenuti.

COPERTURA

La copertura rappresenta il numero di persone che hanno visto uno dei contenuti della tua Pagina o sulla tua Pagina (inclusi post, storie, inserzioni, informazioni social di persone che interagiscono con la tua Pagina e altro ancora).
La copertura giornaliera dei post di facebook ha superato le 76.000 persone raggiunte, rispetto a circa 1.000 del mese precedente, arrivando a una copertura totale nei 30 giorni di 492.072 persone.
Su Istagram la copertura ha raggiunto nel giorno migliore le 51.000 persone, quando un mese prima non ragigungeva neanche le 1000, totalizzando 288.004 persone raggiunge a Giugno.

VISITE AL PROFILO

Ok, la copertura genera numeri pazzeschi, bisogna però verificare se questi numeri generino anche un interesse da parte degli individui, quindi andiamo sul pratico e vediamo quante sono state questo mese le visite al profilo: questo dato indica il numero di volte in cui la tua Pagina è stata visitata Su facebook le visite sono state 3976, superando le 600 in una sola giornata. Su instagram il risultato migliora nonostante la copertura perche sono state raggiunte 4976 visite al profilo

FOLLOWER

Questo "interesse" si è trasformato in un risultato sui social? Vediamo quanto sono cresciuti i follower delle due pagine. Facebook ha generato 134 mi piace in più sulla pagina, raggiungendo un totale di 7606 follower. Instagram stupisce ancora con 322 followers in più, arrivando a un totale di 1916

CONTENUTI DI MAGGIORE SUCCESSO

Il piano di comunicazione ha previsto sia per Instagram che per facebook oltre 70 post, tantissime storie, Reels, video e anche inserzioni pubblicitarie a pagamento. In generale l'interazione con questi contenuti è stata costante, in netto aumento durante i giorni dell'evento. Instagram si è rivelato essere il social in grado di generare maggiori interazioni, sia per quanto riguarda i Mi piace, che per le menzioni da parte di visitatori, followers e partecipanti a C'è fermento

E.. NELLA REALTA'

Beh nella realtà C'è fermento ha ospitato, per 4 giorni di salone, circa 20.000 visitatori.  


Davvero un grande successo e una splendida ripartenza!
E adesso tu ci credi al Super potere della comunicazione??

PARLACI DELLA TUA AZIENDA

OPPURE RACCONTACI IL TUO PROGETTO