Facebook si unisce al patto per il clima dell’UE con l’impegno per le rinnovabili. L’obiettivo: affidarsi completamente a fonti di energia rinnovabile per le proprie operazioni per raggiungere quota zero emissioni nette entro il 2030.

I Social diventano “green”

La Commissione europea a dicembre ha creato il Patto per il clima per sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi ambientali e sviluppare soluzioni per affrontare il cambiamento climatico. Facebook ha da poco dichiarato di aver aderito al Patto.

La partecipazione del popolarissimo social network al Patto per il clima dell’UE segue altre misure che erano state prese per l’ambiente. Nel 2018, il aveva stabilito l’obiettivo di ridurre le proprie emissioni operative del 75% rispetto all’anno precedente. Ha inoltre collaborato con il World Resources Institute e la Yale University per creare una mappa di conversione climatica che mostri come le persone condividono le informazioni sui cambiamenti climatici o ne discutono online.

Facebook non è l’unico tra le società di social media che si sono impegnate a sostenere le cause ambientali. Diverse piattaforme stanno esprimendo la loro posizione sulle questioni ambientali. Recentemente Twitter ha lanciato l’argomento “cambiamento climatico”, che le persone possono seguire mentre osservano la Giornata mondiale dell’ambiente il 5 giugno. Pinterest il mese scorso ha condiviso i risultati del sondaggio che hanno mostrato come i suoi utenti fossero più propensi a essere consapevoli della sostenibilità e ad acquistare prodotti rispettosi dell’ambiente.