SEO Copywriting

Cos'è il SEO Copywriting?

Con questo termine si vuole indicare una tecnica di scrittura praticata sul web e ottimizzata per i motori di ricerca, legata in modo particolare alla stesura dei contenuti. Ma attenzione: Sebbene una pagina web studiata ad hoc per i motori di ricerca sia efficiente da punto di vista del sistema, bisogna ricordarsi che dobbiamo prima di tutto rispettare le esigenze degli utenti, non (solo) di Google. In questo articolo analizzeremo come pianificare la scrittura in ottica SEO di un contenuto:
  • STUDIO DEL SETTORE E DEI TOPIC PER IL BUYER PERSONA: studia bene il settore, la nicchia di mercato e individua gli argomenti interessanti per i tuoi Buyer Personas
  • RICERCA KEYWORDS E SEARCH INTENT: individua le parole chiave e cerca di comprenderne il Search Intent
  • DEFINISCI UN PIANO EDITORIALE: Definisci un piano editoriale per il breve e medio periodo con i titoli dei contenuti che vuoi trattare
  • CONTENT SEO FRIENDLY ED EAT: Scrivi contenuti in ottica SEO Friendly ma concentrati prima di tutto sull'utente. Rispetta il paradigma dell'E.A.T.

STUDIO DEL SETTORE E DEI TOPIC PER IL BUYER PERSONA

Questa fase preliminare serve esattamente a mettersi nell'ottica di concentrarsi sull'utente prima che sul motore di ricerca. Innanzitutto bisognerà studiare l'argomento che dovrai trattare, conoscere la terminologia specifica e tutto il contesto intorno al settore di cui ti andrai ad occupare è molto importante. Perciò:
  • effettua un brief con il tuo cliente
  • guarda come si comportano i competitors
  • conosci i bisogni degli utenti noti e latenti
E' importante selezionare accuratamente gli argomenti adatti ai tuoi utenti, studiare lo stile di scrittura con cui rivolgersi a loro, in modo che sia coerente con target e contesto di riferimento.

RICERCA DELLE KEYWORDS E SEARCH INTENT

Questa fase di pianificazione è parallela allo studio del settore. Bisogna analizzare quali siano i topic, le parole chiave, il linguaggio adottato dai competitors, ecc. Oltre alle varie metodologie di analisi, vengono in soccorso in questa fase degli importanti tool che è necessario conoscere per avere maggiore consapevolezza delle tendenze online: Google Keyword planner, Keywordtool.io e Ubersuggest. Cerchiamo di sfruttare non solo le parole chiave, ma anche tutte le informazioni che abbiamo relativamente ad un argomento, al fine di scrivere un contenuto che intercetti le giuste intenzioni di ricerca dell’utente e che effettivamente porti valore. NB: è importante  anche qui saper fare la differenza, anche se non sempre risulta facile, tra le parole chiave relative alle intenzioni di ricerca e quelle che intercettano le esigenze del nostro pubblico di riferimento.

DEFINISCI UN PIANO EDITORIALE

Definire un piano editoriale preliminare, almeno sul breve-medio periodo può essere importante per focalizzarci sui nostri obiettivi e su cosa intendiamo comunicare: tema, argomenti, contenuti. Avere un quadro generale di cosa vogliamo fare ci renderà più semplice l'individuazione delle parole chiave necessarie alla nostro comunicazione.

CONTENT SEO FRIENDLY ED EAT

Una volta fatto tutto lo studio preventivo è necessario concentrarsi sul contenuto. Google è in continua evoluzione e l’obiettivo primario, come si è intuito, è quello di premiare i contenuti di valore che soddisfino una determinata query di ricerca. Ecco alcuni consigli utili che soddisfano le query dei motori di ricerca:
  • Ripetere le parole chiave: ricorda di dare più importanza ai contenuti che alle keyword
  • Dividere il testo in paragrafi: aiuta la lettura e la gerarchizzazione  dei contenuti nel testo
  • Prediligere la tecnica di scrittura detta a piramide rovesciata, in modo da fornire subito una risposta a un problema e non far perdere tempo all’utente
  • Usare, elenchi se necessario: aiutano la lettura.
  • Formatta il testo: grassetti e corsivi sono dei buoni riferimenti per la lettura e la comprensione
  • Crea collegamenti: inserisci link di siti autorevoli e cita le tue fonti!
Tutto questo dovrebbe essere creato sempre nell'ottica dell'acronimo E.A.T. (Expertise – Authoritativeness – Trustworthiness) che in italiano indica esperienza, autorevolezza e affidabilità. Si tratta di criteri in grado di determinare se un contenuto sia o meno di qualità.

Elementi di pagina nella scrittura SEO

  • Titolo H1: è il titolo più importante della pagina, dovrebbe contenere la parola chiave con la quale si vuole posizionare il contenuto. Solitamente se ne utilizza soltanto uno per pagina, fatta eccezione dei siti one page che potrebbero voler dare rilevanza a più tematiche.
  • Sottotitolo H2:  Specifica il titolo e potrebbe contenere altre parole chiave correlate. All'interno di una pagina o un articolo se ne possono utilizzare più di uno per dividere la tematica in diverse sezioni o "sottocapitoli".
  • Sottotitolo H3: è utile per generare ulteriori sottosezioni o per segnalare un approfondimento. Per logica è bene annidarlo sempre all'interno di H2.
  • H4-H5-H6: a livello di SEO hanno meno rilevanza, ma se utilizzati devono mantenere lo stesso ordine gerarchico.

PARLACI DELLA TUA AZIENDA

OPPURE RACCONTACI IL TUO PROGETTO