Visual Thinking: i vantaggi del Pensiero Visivo

Visual Thinking: una metodologia di lavoro basata sul pensiero visivo dalle grandi potenzialità, scopriamole insieme

Oggi abbiamo scelto di parlare di Visual Thinking perché si tratta di una metodologia di lavoro, anzi, di un vero e proprio processo in grado di portare a grandi risultati.  

Cos’è?

Si tratta di una tecnica di comunicazione visiva che permette di organizzare, rappresentare e condividere concetti, idee e pensieri attraverso immaginisimboli e disegni che facilitano il processo di apprendimento, comprensione e problem solving. Attraverso dinamiche interattive e coinvolgenti, permette di conoscere a fondo i progetti su cui si sta lavorando e permette di ampliare il proprio pensiero critico e attenzione ai dettagli, portando chi partecipa ad aprirsi a nuove prospettive e a sviluppare nuove soluzioni. Il Visual Thinking è un modo semplice ed efficiente per trasformare concetti da astratti a concreti, in modo da rendere più accessibili e comprensibili anche questioni e problemi molto complessi e strutturati. La pratica è molto utile se adottata all'interno di team di lavoro, per generare una forte cooperazione e allineamento comune rispetto a un problema e alla sua soluzione. Sempre più spesso questa metodologia viene adottata per lo sviluppo di progetti creativi, idee di business, piani di comunicazione, progettazione web e molto altro. Gli strumenti principalmente adottati per questa pratica creativa sono:
  • Post-it
  • Mappe concettuali e infografiche
  • Diagrammi e grafici
  • Lavagne di lavoro
Sono presenti sul web dei Tool gratuiti e a pagamento che permettono di lavorare online su dei progetti visivi anche a distanza:
  • Mirò
  • Canva
  • InVision
  • Whimsical

Le 5 Fasi di Visual Thinking

Il Visual Thinking è un processo che può essere suddiviso in 5 fasi. Le prime permettono di approfondire la conoscenza rispetto a un determinato tema: che si tratti di un brand, di un target o di un prodotto, l'importante è comprendere a fondo, quali siano le caratteristiche e le necessità di ciò di cui dovremo occuparci. In una seconda fase ci si concentrerà sulla definizione delle possibili soluzioni e della trasformazione di tutte queste idee in prodotti tangibili, che si tratti di un piano di comunicazione, della struttura di un sito web o del piano promozionale di un prodotto. Vediamo nel dettaglio le 5 fasi del Visual Thinking: 1 - Empatizzare: in questa fase si cerca di conoscere a fondo il target di riferimento, cercando di indagare i bisogni, desideri e le possibili problematiche. Sebbene la teoria rispetto a target e generazioni sia molto ampia, è bene fare uno sforzo maggiore e creare delle vere e proprie user persona: individui fittizi che siano in grado di rappresentare al meglio un utente base che potrebbe avere necessità di incontrare il nostro prodotto o servizio. E' buona pratica fare questo lavoro dividendosi in piccoli gruppi, così da riuscire a definire più personas nello stesso momento, in modo da avere una visione complessiva più ampia durante le fasi successive. 2 -  Definire il problema: una volta raccolte tutte le informazioni necessarie bisognerà organizzarle in modo de definire quali saranno gli ostacoli durante il percorso che accompagnerà la nostra Personas verso l'incontro con il nostro prodotto o servizio. E' molto importante in queste fasi preliminari cercare di "mettersi nei panni di ... " così da avere maggiore consapevolezza di ciò che realmente potrebbe accadere, senza ragionare soltanto in base alle proprie conoscenze rispetto ad una tematica. 3 - Ideare Soluzioni: arrivati a questo punto si avranno tutte le carte in tavola per permetterci di ideare tutte le soluzioni possibili rispetto al o ai problemi che ci si sono presentati durante le fasi precedenti. Sebbene si tratti comunque di un lavoro in team, è buona pratica permettere a tutti di esprimere le proprie idee e di lasciare spazio ad ogni pensiero. 4 - Prototipare: Questa fase del Visual Thinking è molto delicata, perché porta alla vera e propria creazione tangibile delle soluzioni che abbiamo ideato. E' molto importante tenere conto di tutto il percorso svolto fino a questo momento, perché ci permetterà di focalizzarci su ciò che è davvero importante. In questa fase è possibile che sorgano nuove problematiche tecniche e strutturali che dovranno essere compensate in modo di riuscire a trovare una soluzione che bilanci efficienza e funzionalità. 5 - Testare: la fase di test è fondamentale per comprendere se ciò su cui si è lavorato finora sia effettivamente efficace

Vantaggi in breve

In uno scenario in cui prevale la comunicazione visiva, il linguaggio visuale si prefigura come lo strumento più coerente con la nostra epoca. Tra le varie utilità di questo metodo, il Visual Thinking permette una
  • facile comprensione di concetti, si a livello teorico che logico;
  • memorizzazione veloce dato il fatto che il cervello umano è più propenso a ricordare immagini piuttosto che testi scritti
  • garantisce una maggiore concentrazione del team di lavoro: il lavoro dinamico, l'interazione e gli elementi grafici stimolano continuamente tutti all'azione;
  • porta tutto il team a ragionare insieme e con tempistiche definite su determinati argomenti, generando un forte allineamento di pensiero
  • Permette di focalizzarsi passo dopo passo su problemi e soluzioni strategiche
  • Ma soprattutto, esci fuori dalla scatola > THINK OUT THE BOX! i risultati ti stupiranno
Noi abbiamo integrato questa metodologia in alcuni progetti, se vuoi saperne di più non esitare a contattarci!

PARLACI DELLA TUA AZIENDA

OPPURE RACCONTACI IL TUO PROGETTO